Governare la nave in tempi di estrema incertezza

Governare la nave in tempi di estrema incertezza


Governare la nave in tempi di estrema incertezza

La prospettiva FP&A.

In qualità di professionisti del settore, assistiamo tutti i giorni alle lamentele dei responsabili aziendali per le condizioni di volatilità da cui veniamo attualmente condizionati.

Tanti sono i casi di cigno nero di cui siamo venuti a conoscenza, che hanno scosso il panorama imprenditoriale e trasformato le aziende.

La teoria del cigno nero, formulata da Nassim Taleb, ha acquisito popolarità nel corso della crisi del 2008 che ha avuto origine nei settori bancario e immobiliare americani e ha sortito effetti di vasta portata in numerosi ambiti dell’economia globale. Sebbene alcune grandi compagnie siano fallite e tanti abbiano perso il loro lavoro, quella crisi può sembrare una passeggiata rispetto a quella che stiamo vivendo.

La pandemia di COVID-19 si è al momento diffusa in quasi tutti gli stati del mondo, andando a colpire giorno dopo giorno un numero di persone in costante aumento. Il distanziamento sociale sta diventando la normalità e l’attività economica rallenta progressivamente; il futuro appare più incerto rispetto a quanto veniva percepito dalle ultime generazioni. Il costo di tutto questo per l’economia mondiale è stato stimato in circa 2,7 miliardi di dollari.

Navigando in queste acque turbolente, diventa complicato tenere la rotta e andare nella giusta direzione.

La FP&A (pianificazione finanziaria e analisi) ha un ruolo essenziale per guidare ogni nave verso la salvezza attraverso la tempesta. Sarà tuttavia necessario un cambiamento di mentalità e l’adozione di tecniche diverse.

Una delle strategie chiave per riuscire ad affrontare con successo questa fase di incertezza è ammettere di non sapere. Non sapere ciò che succederà. Non sapere quanto tutto questo durerà. E non sapere quale sia la strategia migliore per affrontare la situazione. Pertanto, ammettendo di non sapere e incoraggiando senza riserve prospettive alternative, cercherò di illustrare alcuni approcci che possano risultare preziosi in questo periodo.

  1. Abbandonare i programmi a lungo termine

Iniziamo convenendo sul fatto che tutte le proiezioni finanziarie fatte nel 2020 sono risultate a dir poco inutili se non addirittura avverse, tranne che per i produttori di mascherine o prodotti igienizzanti per le mani. La soluzione è essere consapevoli che esiste il problema dei costi irrecuperabili e non soccombere. È vero, le previsioni dicevano che la tua ultima serie di orologi di lusso avrebbe conquistato il mercato e la campagna pubblicitaria con la più grande star di Hollywood era appena stata lanciata. Quindi, dovresti mantenere inalterato il budget di marketing perché hai già sostenuto costi molto elevati per lo sviluppo del prodotto e pagato per assicurarti il volto di quella nota celebrità? Di certo al momento il mercato non è il posto in cui orologi di lusso verrebbero venduti come il pane. Pertanto, ridurre le proiezioni di vendita e tagliare i costi di pubblicità potrebbe essere l’approccio più corretto.

  1. Pensare a breve termine e concentrarsi sullo scenario attuale

Alla luce dell’ambiguità che caratterizza attualmente il mercato, per il prossimo anno si intravede all’orizzonte un ampio spettro di possibili scenari. In un contesto di questo tipo è necessario ridurre i cicli di programmazione. Previsioni dinamiche in riferimento a intervalli di tempo più contenuti (settimanali) risultano più opportune.

Un approccio maggiormente adattivo e iterativo, come per esempio un tipo di programmazione basata sullo scenario corrente, può rivelarsi la scelta vincente, in particolare se l’attenzione viene incentrata su sui fattori chiave trainanti.

Per un professionista FP&A è essenziale ignorare la tendenza all’ottimismo e strutturare un piano realistico per qualsiasi scenario. Tutte le imprese dovrebbero lavorare sull’ipotesi più pessimistica per comprendere al meglio come si configurerà il periodo di assenza di liquidità e quale sarà la loro sensibilità rispetto ai diversi fattori ambientali.

  1. Sviluppare una mentalità aperta a più opzioni

In tempi caratterizzati dall’incertezza, le aziende tendono a sentirsi a loro agio con ampi impegni a lungo termine allo scopo di usufruire di economie di scala. In un contesto estremamente volatile, un approccio orientato alle “opzioni” risulta molto più vantaggioso. In altre parole, rimandare quanto più possibile una decisione costosa o scegliere un’alternativa che assicuri un’opzione. Questa strategia può essere impiegata in numerose aree oltre alla semplice applicazione dei derivati. Per esempio, un nuovo macchinario è disponibile oggi a un costo iniziale di 1 milione di dollari, ma è possibile anche acquistare lo stesso macchinario a 80.000$, anziché al suo valore stimato di 1,1 milioni di dollari. Il secondo scenario potrebbe essere più interessante, poiché la reale esigenza d’acquisto da parte dell’azienda potrebbe diventare più chiara nel corso dell’anno. Questo valore può giustificare il costo dell’opzione.

  1. Comunicare e allineare i team

Per i team che si occupano di pianificazione finanziaria e analisi, non si sottolinea mai abbastanza l’importanza di una comunicazione chiara con gli stakeholder interni ed esterni e l’allineamento con i loro programmi.

Tutto questo diventa ancora più essenziale in tempi di incertezza come quelli che stiamo affrontando. La FP&A deve instaurare un rapporto costante di comunicazione bidirezionale con i gruppi aziendali: il team potrà quindi indirizzarne l’operato in base ai budget previsti per lo specifico scenario, acquisendo allo stesso tempo informazioni sulle realtà effettive che possono richiedere programmi per eventuali adattamenti. È inoltre fondamentale che il team FP&A comunichi l’approccio di programmazione aggiornato ai propri stakeholder esterni – es. il CdA, investitori e banchieri – per assicurarne l’allineamento con l’impostazione aziendale nella fase di volatilità.

Nota: Sigma Conso Planning è il risultato della collaborazione tra Sigma Conso e prevero (ora Unit4 FP&A) nel 2014. Tale collaborazione ha consentito a Sigma Conso di completare la propria offerta con progettazione, preventivazione e previsione di software. Il presente articolo è stato fornito a Sigma Conso da Unit4 FP&A.


Condividi questo articolo :

Scoprite Sigma Conso Planning

Sigma Conso Planning è un’applicazione per l’elaborazione del budget e per la pianificazione strategica, che offre funzioni avanzate di analisi della performance, di business intelligence e di gestione del forecast. Integrate i vostri dati contabili ed operativi per un approccio trasversale sulla vostra attività, ed utilizzate le dashboard, le funzionalità di visualizzazione, di simulazione…

Articoli recenti


X