Le operazioni intercompany: come identificare le differenze?

Le operazioni intercompany: come identificare le differenze?

Le operazioni intercompany sono spesso considerate facenti parte unicamente del processo di consolidamento per via della loro eliminazione al momento della chiusura dei conti. In realtà, esse sono parte integrante della chiusura contabile, di un monitoraggio efficace di “cut off “ e dell’anticipazione delle differenze soggette a controversie o arbitrati.

Quindi, l’ottimizzazione di questo processo di riconciliazione permette di guadagnare diversi giorni sulla chiusura e di aumentare la sua affidabilità. Per ottimizzare il processo, è necessario identificare fin dall’inizio le possibili origini delle differenze.

Operazioni intercompany: definizione

Si tratta di ogni transazione finanziaria o commerciale riguardante simultaneamente due società di uno stesso gruppo.

Tra gli esempi più classici, citiamo come transazione l’emissione di una fattura di vendita di servizi. Nella società che emette la fattura, vi è sia la contabilizzazione di un credito commerciale a stato patrimoniale, sia la contabilizzazione di vendita di prodotti a conto economico, mentre nella società acquirente vi sarà un debito commerciale a stato patrimoniale e un costo a conto economico.

Infatti, il bilancio consolidato comporta, al momento della chiusura, un attivo e un passivo risultanti da un’operazione “reciproca” che non esiste nel bilancio del gruppo. In parallelo, i ricavi e i costi del conto economico sono aggregati in base alla pluralità delle transazioni interne di tutto il periodo.

Quali conti presentano un carattere reciproco?

Ad esclusione dei conti di equity, partecipazioni, immobilizzazioni immateriali e materiali, e riserve, la maggior parte degli altri conti può essere considerata come potenziale destinazione di operazioni intercompany. La logica è che ci sarà sempre una controparte equivalente nell’altra entità del gruppo.

Procedura di ricerca delle differenze

La ricerca delle differenze tra i saldi intercompany riveste un carattere molto spesso fastidioso per il consolidatore, che frequentemente non ha accesso alla fonte dell’informazione. Altrimenti, in certi casi, c’è il rischio che una transazione reciproca sia caricata in un conto economico di una società e in un conto patrimoniale nell’altra entità. Il rigore, l’ordine e il buon senso non bastano sempre per raggiungere l’obiettivo, ossia la riconciliazione dei valori tra le società del gruppo. Il ricorso ad un software di riconciliazione è dunque utile.

Ragioni tipiche delle differenze intercompany

Nonostante le procedure di riconciliazione a monte del consolidamento propriamente detto, succede abbastanza spesso che rimangano delle differenze al momento della riconciliazione finale. Le ragioni più frequenti sono dovute:

  • al ritardo nella data di registrazione (“cut-off”),
  • a date di chiusura differenti,
  • alla conversione di transazioni inizialmente etichettate in valuta estera,
  • a vendite contabilizzate in immobilizzazioni dall’acquirente,
  • alla gestione dell’I.V.A. dalla società acquirente,
  • al risconto di un credito con le banche,
  • ad un’altra ragione da identificare.

Per la definizione stessa di operazione intercompany, la sua gestione è complessa a causa del numero di coloro che intervengono nel gruppo e a causa della combinazione del numero di conti e di situazioni potenziali.

Vedremo in un prossimo articolo 6 azioni da compiere per migliorare il processo di riconciliazione delle transazioni intercompany.

La riconciliazione delle transazioni intercompany

Una guida per migliorare la produttività e l’affidabilità del processo La riconciliazione intercompany è un […]

Scaricate il libro bianco
Condividi questo articolo :
Riconciliazione intercompany
Sigma Conso Intercompany è un software per la riconciliazione delle transazioni intercompany. Può essere implementato in poco tempo, e vi garantisce un sostanziale ROI già dalle prime settimane di utilizzo. Contribuisce a migliorare la qualità delle informazioni contabili a livello di entità e riduce i tempi di chiusura.
Articoli recenti
Qual è il giusto costo di un software di Corporate Performance Management? Recentemente abbiamo sentito […]
IFRS 8 e le informazioni di settore: come può il gruppo rispondere alle esigenze dettate […]